Omicidio a Roma, il cinquantenne Michael Lee ucciso a coltellate in strada

L'omicidio in strada nei pressi della stazione Valle Aurelia: indaga la polizia

Omicidio a Roma

Omicidio nel tardo pomeriggio di oggi a Roma: un cinquantenne è stato ucciso in strada in via Anastasio II, nei pressi della Stazione Valle Aurelia. Fatali per Michael Lee, di origine filippina ma nato a Firenze, due coltellate all’addome.

L’omicidio in strada nei pressi della stazione Valle Aurelia: indaga la polizia

L’allarme è scattato intorno alle 18.30 quando alcuni passanti hanno visto il corpo dell’uomo steso a terra in una pozza di sangue.

Quando gli agenti delle volanti sono arrivati sul posto per il cinquantenne non c’era già più niente da fare: le coltellate si erano rivelate subito fatali.  Poco prima in zona era stata segnalata una lite, tra l’uomo e altri connazionali.

Gli investigatori ora stanno acquisendo delle telecamere puntate a ridosso della stazione per cercare di dare un volto agli aggressori.

Roma violenta

Pochi giorni fa a Roma è stato registrato un altro omicidio. E’ accaduro nella notte tra venerdì 10 e sabato 11 febbraio, in zona Centocelle . La vittima Danilo Salvatore Lucente Pipitone, 43 anni, caporal maggiore dell’Esercito in servizio come infermiere al Policlinico Militare Celio. Fatale per il militare più pugni ben assestati che gli hanno provocato un trauma cranico irreversibile. L’uomo è morto in ospedale a meno di 48 ore dall’aggressione. (leggi qui) Il sospettato un cittadino tunisino. 

Nella notte del 5 febbraio nei pressi della stazione Termini si è sfiorato un altro omicidio. Un 46enne, Luca Arturo B., è stato trafitto da due coltellate all’addome dopo essere stato rapinato di venti euro e del cellulare da tre marocchini individuati e arrestati dalla polizia l’indomani. Per i tre uomini è scattato l’arresto per tentato omicidio e rapina aggravata. (leggi qui).

Proprio per mettere a freno le violenze, in particolare nelle stazioni e in particolare a Termini, il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica ha disposto un rafforzamento della presenza delle forze di polizia con pattuglioni coordinati in cui partecipano carabinieri, polizia, finanza e polizia locale. Nell’ultimo, in 24 ore, sono state arrestate 11 persone tra cui una 29enne serba che doveva scontare 17 anni di carcere per una serie di condanne per furto divenute definitive. (leggi qui)

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.