Latina, sequestrati oltre 8 quintali di “botti illegali” e denunciate 4 persone

Una maxi-operazione delle Fiamme Gialle ha portato al sequestro della gigantesca quantità di "botti" illegali

Guardia di finanza di Latina attivissima con l’approssimarsi del Capodanno con una maxi-operazione da oltre 8 quintali di materiale pirotecnico illegale sequestrato a tutela della sicurezza dei cittadini, destinato alla rivendita e privo dei requisiti obbligatori per legge, per un totale di 60mila articoli.

Una maxi-operazione delle Fiamme Gialle ha portato al sequestro della gigantesca quantità di “botti” illegali

L’operazione denominata “On Fire”, è stata svolta all’interno di tutta la provincia pontina, con servizi investigativi che hanno trovato sul territorio diversi siti di stoccaggio dei “botti”, confiscati in gigantesche quantità, perchè privi delle licenze richieste per la detenzione ed il commercio e perchè non rispettavano i requisiti di sicurezza ed identificazione.

I 4 soggetti in possesso del materiale, ferma restando la presunzione d’innocenza, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per violazione della normativa di settore, tra cui, a vario titolo, gli articoli 678 e 679 del codice penale e  quelli 47 e 48 del Testo Unico delle leggi di pubblica sicurezza.

Nel dettaglio, sono stati dapprima sequestrati 95 chili di prodotti pirotecnici pericolosi propopsti online, su internet, tramite piattaforme social on-line in assenza delle previste autorizzazioni e a prezzi particolarmente competitivi.

A Priverno, inoltre, i finanzieri della Compagnia di Terracina, hanno tolto dal mercato altri due quintali di materiale pirotecnico, in possesso di un italiano che non aveva nessun titolo per la loro messa in commercio.

A Fondi risultato analogo, dove sono stati trovati altri “botti” all’interno di due stabili del centro città, per altri 6 quintali comlessivi di candelotti, colpi, mortai, prolunghe di miccia e candelotti fuorilegge, unitamente a due articoli in particolare molto pericolosi totalmente al di fuori di ogni standard di sicurezza europeo e nazionale.

Infine, nel sud pontino le Fiamme Gialle di Formia hanno concluso la maxi-operazione trovando e confiscando all’interno di un container di proprietà di un esercizio commerciale altri 45mila artifici pirotecnici, per un peso totale di 150 chili, stipati assieme ad altro materiale altamente infiammabile, anche qua in barba a qualsiasi norma.

Il totale dunque ha portato a oltre 60mila prodotti sequestrati per oltre 850 chili di materile esplosivo inclusi quelli di categoria F1 e F2, ed F4, ovvero la tipologia dei “fuochi d’artificio” che possono essere utilizzati solo da personale specializzato.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte

Roma, botti di Capodanno: attesa l’ordinanza che li vieta. Oipa: “Un pericolo anche le lanterne cinesi” (VIDEO)