Ostia, spostate per maltempo le gare del campionato europeo di nuoto: il nuovo calendario

A causa del maltempo una nuova ordinanza è stata diramata dalla Capitaneria di Porto, con un nuovo calendario gare open water valevoli per gli Europei di nuoto

La Capitaneria di Porto ha diramato una nuova ordinanza da cui è scaturito un rinnovato calendario gare in considerazione delle comunicazioni pervenute il 18 ed il 19 agosto scorso, con cui sono state apportate modifiche al calendario ed al campo di gara delle gare della categoria “Open Water” valevoli per il campionato Europeo di Nuoto.

A causa del maltempo una nuova ordinanza è stata diramata dalla Capitaneria di Porto, con un nuovo calendario gare open water valevoli per gli Europei di nuoto

Il tutto a causa delle condizioni meteo marine sfavorevoli di questa settimana agostana, che hanno reso necessario, peraltro, rimuovere parte della struttura galleggiante inizialmente installata.

Si è reso necessario modificare il tutto alla luce del nuovo calendario degli eventi e delle modifiche al campo di gara, adottando le misure di tutela della sicurezza degli atleti, del personale impegnato nell’organizzazione, per la prevenzione degli infortuni ed a garanzia della sicurezza della balneazione e della navigazione nell’area circostante il campo di gara.

Le gare in acque libere, avverranno sempre nel tratto di mare antistante il litorale del Comune di Roma, compreso tra la “Spiaggia libera S.P.Q.R.” e lo stabilimento balneare “V Lounge”.

Al Municipio X è stata trasmessa l’autorizzazione alla temporanea occupazione di demanio marittimo in lungomare Amerigo Vespucci Ostia nel tratto di arenile compreso tra gli stabilimenti “Il Venezia” e “Il Gambrinus, nell’area di pertinenza della “Spiaggia Libera S.P.Q.R.”, affidati alla gestione dell’organizzatore e dello specchio acqueo antistante, tramite pontili galleggianti e campi di allenamento e di gara delimitati da boe.

Il tratto di mare sarà interessato dall’installazione di boe di colore arancione di delimitazione dei vertici dei campi di gara.

Questi i nuovi orari  e le date delle competizioni in programma per la categoria Open Water

Ostia, spostate per maltempo le gare del campionato europeo di nuoto: il nuovo calendario 1

A questo scopo si ordina inoltre:

L’Interdizione delle aree circostanti i campi di gara e di allenamento Dal 20 al 26 agosto 2022 il tratto di mare circostante i campi di gara segnalati dalle boe di colore arancione collocate, di volta in volta, dall’organizzazione, per i 200 metri circostanti, è interdetto alle attività di pesca con qualunque attrezzo, professionale e sportiva, sia in superficie che subacquea, alla navigazione con unità di qualunque tipologia ed alla balneazione.

Le deroghe al divieto di navigazione con mezzi a motore e riduzione dell’ampiezza della fascia riservata alla balneazione

Limitatamente alle date e negli orari indicati nel programma delle gare di cui alle premesse della presente ordinanza:

  1. a) i battelli dell’organizzazione, contrassegnati da un numero progressivo da 1 a 14, con i segni distintivi dell’organizzatore, personale di servizio a bordo individuato con indumenti di colore uniforme e le moto d’acqua per il soccorso sanitario, operano, prioritariamente, all’interno delle congiungenti le boe che delimitano i campi di gara e allenamento;
  2. b) i mezzi dell’organizzazione, limitatamente alle fasi di preparazione dei campi di gara e durante le competizioni, sono autorizzati a derogare al divieto di navigazione alle unità a motore nella fascia di 200 MT riservata alla balneazione di cui all’art 4 dell’ordinanza di sicurezza balneare nr. 46/2022 della Capitaneria di porto di Roma;
  3. c) la balneazione nel tratto di mare antistante gli stabilimenti balneari dinanzi ai quali si sviluppano i campi di gara e di allenamento è limitata alla fascia di 50 MT dalla battigia;
  4. d) l’organizzazione, per l’assistenza e lo sgombero delle direttrici di nuoto impegnate dagli atleti che ricadano all’interno della fascia riservata alla balneazione, impiega prioritariamente mezzi privi di propulsione a motore, con personale abilitato al salvamento a bordo di SUP (Stand Up Padding);
  5. e) la dislocazione ed il movimento dei battelli di servizio sono posti sotto il coordinamento del responsabile dell’organizzazione (competition manager) che è in costante contatto VHF con le unità della Guardia Costiera in mare e lungo la battigia, con le unità delle Forze di polizia ed i mezzi di soccorso sanitario della Croce Rossa Italiana;
  6. f) tutti i mezzi dell’organizzazione, del soccorso sanitario, della Guardia Costiera e delle Forze di polizia impiegano per le comunicazioni operative e di emergenza il canale 16 VHF (emergenza) e il canale 03 VHF (servizio);
  7. Le unità che a qualunque titolo, essendo autorizzate ad operare, accedono all’interno del campo di gara sono tenute ad assicurare idoneo collegamento via radio VHF sui canali 16/03 VHF o telefonico col recapito 1530, per le situazioni di emergenza.

I divieti

È fatto divieto a qualunque unità non facente parte dell’organizzazione avvicinarsi a Ordinanza Campionati europei di nuoto Roma 2022 – sessioni Open water – Lido di Ostia a meno di mt. 200 ai segnalamenti esterni dei campi di gara, debitamente individuato da boe di colore arancione, graficamente individuati come da allegato 1 alla presente

È vietata la balneazione, l’esercizio di qualunque sport acquatico o effettuare attività di pesca con qualunque attrezzo all’interno della fascia di rispetto dei mt. 200 circostanti i segnalamenti esterni del campo di gara, debitamente individuato da boe di colore arancione.

–  Le unità in transito a distanza inferiore a 300 metri dai limiti esterni allo specchio acqueo riservato alla manifestazione, dovranno procedere a velocità ridotta, prestando attenzione alle manovre delle unità dell’organizzatore ed alle segnalazioni ottiche e/o acustiche provenienti dalle stesse o dalle unità navali della Guardia costiera e delle Forze di Polizia, valutando l’adozione di eventuali misure aggiuntive suggerite dalla buona perizia marinaresca, al fine di prevenire situazioni di potenziale pericolo.

Le Sanzioni in caso di mancato rispetto dei divieti

Chi non rispetterà le disposizioni incorrerà nell’illecito amministrativo di cui all’art. 53 del Decreto Legislativo 18 Luglio 2005, n. 171, “Codice della nautica da diporto ed attuazione della direttiva 2003/44/CE, a norma dell’articolo 6 della Legge 08 Luglio 2003, n. 172”;

negli altri casi si applica, autonomamente o in concorso con altre fattispecie, il reato contravvenzionale di cui all’art. 1231 del Codice della Navigazione, salvo che nella fattispecie non si ravvisi il sussistere dei reati diversamente perseguibili.

È fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e far osservare la presente ordinanza, la cui pubblicità verrà assicurata mediante l’affissione all’albo dell’ufficio, l’inclusione alla pagina “ordinanze” del sito istituzionale www.guardiacostiera.gov.it/roma-fiumicino

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

“Re” Giorgio Minisini, vince il terzo oro europeo: a Ferragosto la finale del duo misto