Roma, campi nomadi terra di nessuno. SULPL: “Esiste un gruppo nato per garantirne il controllo”

Roma, agenti impiegati in operazioni di vetrina nelle piazze del Centro, anziché sulla sicurezza all'interno dei campi rom: la denuncia del SULPL

Roma: campi nomadi dipinti come terra di nessuno, dove nemmeno le Forze dell’ordine riescono più ad entrare, nonostante a Roma esista un’Unità Organizzativa Sicurezza Pubblica Emergenziale della Polizia Locale di Roma Capitale, nata proprio per garantire la sicurezza ed il controllo sul rispetto dei patti di legalità all’interno dei campi.

Sono gli stessi agenti del gruppo intervento, a lamentare il loro impiego che negli ultimi tempi non risponde più ai compiti per i quali fu istituito. A renderlo noto il Segretario Romano del SULPL Marco Milani. I dettagli.

Roma, agenti impiegati in operazioni di vetrina nelle piazze del Centro, anziché sulla sicurezza all’interno dei campi rom: la denuncia del SULPL

Impiegati in operazioni di vetrina nelle piazze del Centro, anziché sulla sicurezza all’interno dei campi rom che ne consentiva frequenti censimenti e controlli. All’indomani dell’ennesimo fatto di cronaca, non ci stanno i caschi bianchi della Polizia Locale di Roma Capitale, ad accettare la realtà di un impiego in cui negli ultimi tempi sembrerebbe aver escluso ogni competenza sui nomadi e sugli insediamenti, ufficiali, tollerati o completamente abusivi che siano.

Sono stati gli stessi agenti della S.PE. a parlare nelle ultime ore di questo disagio. Lo rende noto il Segretario Romano del SULPL Marco Milani che punta il dito contro l’impiego del personale fatto negli ultimi tempi:

Un impiego che non ha più visto censimenti né controlli all’interno dei campi rom e che sembra purtroppo frutto di una politica dirigenziale ben studiata – spiega Milani dal momento che nella proposta di riordino dei gruppi territoriali e speciali presentata dal Comandante Ugo Angeloni ai primi di Luglio, ogni competenza sui nomadi e sugli insediamenti, sembrerebbe essere scomparsa. Se l’abdicare tali importanti funzioni, così come il tentativo di sottrarre il gruppo motociclisti alle competenze del gruppo pronto intervento traffico, sarà proficuo alla sicurezza cittadina, è una questione a cui le cronache dei nostri giorni stanno già dando risposta – conclude il Segretario Romano del SULPL “.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Sulpl: “Tutele per gli agenti di Polizia Locale che vigilano sulla quarantena nei campi rom”