Finisce in manette il “Greco”: riforniva di droga dello stupro la Roma “bene”

L'uomo è un pusher 50enne di Salonicco da tempo residente nella Città Eterna, tra i più grossi fornitori di droga dello stupro

Finisce in manette, arrestato dalla polaria di Fiumicino, lo spacciatore di droga dello stupro che riforniva la Roma “bene”: si tratta del “Greco”, 50enne originario di Salonicco ma da anni residente nella Capitale.

L’uomo è un pusher 50enne di Salonicco da tempo residente nella Città Eterna, tra i più grossi fornitori di droga dello stupro

Con la droga capace di favorire l’appetito sessuale e ridurre all’impotenza, sono stati ricondotti alle sue forniture numerosi festini che hanno visto coinvolti tanti professionisti della Roma che conta.

Tutto ha preso le mosse da una indagine partita dall’Olanda, proprio da dove arrivavano la maggior parte dei carichi di stupefacente del “Greco”, monitorato da mesi dagli agenti della polaria.

L’uomo finì sotto la lente di ingrandimento delle forze dell’ordine a partire da quando vennero trovate oltre 2mila dosi della droga nell’armadietto di un medico a San Giovanni (leggi qui), con il medico che è finito agli arresti domiciliari lo scorso aprile

Poche settimane fa gli agenti della Polaria hanno seguito l’ennesimo pacco spedito dall’Olanda e destinato a una tabaccheria in via Portuense, un punto fermopoint per il ritiro e la spedizione dei prodotti acquistati online.

A quel punto una pattuglia è andata alla tabaccheria e ha esaminato il contenuto del pacco, i colleghi si sono arrampicati dal balcone, entrando così furtivamente in casa del “Greco”, lo hanno fermato e hanno perquisito l’appartamento. Ebbene, il risultato è stato un maxi sequestro di droga dello stupro pura al 90 per cento.

In casa dell’arrestato c’era di tutto, provette, materiale per tagliare la sostanza, contenitori utili a trasportare la droga.

Sono state rinvenute dal “Greco” 100 bustine da tre grammi con dentro mefedrone e altre droghe sintetiche: kristal, ketamina, mdma, viagra, e l’arresto è stato convalidato in attesa del processo.

In casa del “Greco” gli agenti hanno trovato 100 bustine da tre grammi l’una con all’interno mefedrone e altri catinoni (agiscono sul sistema nervoso centrale restituendo un forte senso di eccitazione): kristal, ketamina, mdma, ma anche del viagra.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Roma, oltre duemila dosi di droga dello stupro in studio: arrestato neurologo