Lanuvio, ciclista accusa malore e muore in strada: inutili i soccorsi

polizia stradale

Aveva dolori diffusi per tutto il corpo ma non ha resistito al richiamo della velocità e alla sua passione per la bici, che gli è stato però fatale oggi, 26 luglio, quando intorno alle 8.30 un uomo di 63 anni è caduto a terra a Lanuvio ed è rovinato in strada. Inutili tutti i tentativi di rianimarlo, la morte è sopraggiunta verso le 9 di oggi.

L’uomo, residente ad Aprilia, è stato soccorso sulla Via Cisternense all’altezza del km 14, con l’arrivo di diverse ambulanze, ma tutto è stato vano.

In base alle prime ricostruzioni l’uomo stava pedalando verso Campoleone quando è stramazzato a terra, e pur battendo tutte le piste, resta probabile quella del malore. Casco e bici sono stati sequestrati per essere analizzati e sul corpo è stata disposta l’autopsia. L’uomo sembrerebbe fosse già da tempo affetto da patologie cardiache, pertanto non si tratterebbe di incidente, e dal dispositivo salvavita risulta un ultimo messaggio alla moglie, ricevuto tramite cellulare.

Per tentare i soccorsi ed effettuare i primi rilievi la strada è stata chiusa tra il km 12 ed il 14, alla presenza di due volanti della polizia venute da Albano e Genzano ed una pattuglia dei carabinieri oltre ad un’altra della stradale.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Roma, carambola tra tre auto a Lariano: ciclista in fin di vita