Genzano, 92enne truffata da finto direttore delle poste per 100mila euro

Terribile raggiro orchestrato da una coppia di malviventi spacciatisi per un direttore delle poste e per una postina, ai danni di una anziana signora

truffa anello d'oro taroccato

Genzano: Una donna di 92 anni è stata truffata per 100mila euro, con il furto anche di numerosi oggetti di antiquariato, oro, denaro e gioielli di grande valore, da un finto direttore delle poste in un raggiro molto articolato e purtroppo riuscito alla perfezione.

Terribile raggiro orchestrato da una coppia di malviventi spacciatisi per un direttore delle poste e per una postina, ai danni di una anziana signora

Il blitz criminoso è avvenuto verso mezzogiorno di sabato scorso, 30 aprile, quando la novantaduenne, che vive da sola in un appartamento della cittadina dei Castelli Romani – ed era evidentemente monitorata da tempo dai malviventi che ne hanno studiato le abitudini  – è stata circuita.

Tutto è partito da una telefonata del falso direttore delle poste, che ha detto alla donna di essere in possesso di un pacco del nipote, di cui sapeva il nome, che era in giacenza e che sarebbe stata rapidamente contattata da una postina che glielo avrebbe consegnato, in cambio di  6mila euro per poter effettuare il “costoso” ritiro.

Dopo pochissimi minuti la postina, anch’essa fasulla e d’accordo con il suo complice è andata a casa della donna che non aveva di certo 6mila euro in contanti da dargli.

Ecco che a quel punto è scattato il momento cruciale della truffa: la “postina” compone un numero di telefono facendo finta di chiamare il nipote della signora.

A rispondere è stato però il complice che ha rassicurato la donna dicendole di pagare e che poi le avrebbe restituito tutti i soldi spesi.

L’anziana pertanto non avendo denaro, consegna dell’oro alla postina, che usando uno stratagemma, si mostra gentile e chiede di poter andare un attimo in bagno.

La truffatrice va però repentinamente nella camera dove la 92enne aveva preso i gioielli per pagare il pacco e completa il furto, rubando di tutto: altro oro, denaro contante, oggetti di antiquariato di enorme pregio e gioielli fino a raggiungere il bottino complessivo di ben 100mila euro di valore.

Fine dei giochi: l’impostora aveva portato a termine il suo diabolico piano, ha completato la consegna del pacco (e la truffa in toto) ed è andata via.

Era troppo tardi, perché purtroppo per la novantaduenne, ha chiamato il vero nipote, scoprendo di essere stata “incastrata” ed è scattato l’allarme, con la figlia della truffata che ha chiamato le forze dell’ordine, gli agenti del commissariato di Genzano.

Sconvolta, la donna si è messa a piangere raccontando a menadito l’inganno subito e sono partite così le indagini, con la coppia di truffatori che adesso è ricercata.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Truffa della carta vetrata: le denunce corrono sui social