Alessandrino, Tiziano Mangione, 15 anni, muore travolto da una moto

L'incidente tra la bici di Tiziano Mangione, 15 anni, ha avuto la peggio nello scontro con la Honda guidata da un 21 enne

incidente
Immagine di repertorio

Orrenda tragedia al quartiere Alessandrino di Roma, dove  verso le 20 di domenica scorsa, 20 marzo una moto ha travolto e ucciso per cause ancora da accertare Tiziano Mangione, 15 enne essendo nato nel maggio 2006, un ragazzino che stava attraversando la strada in sella alla sua bici.

L’incidente tra la bici di Tiziano Mangione, 15 anni, ha avuto la peggio nello scontro con la Honda guidata da un 21 enne

Il tutto è avvenuto in viale Alessandrino 789. Il motociclista, 21 anni, la cui identità non è stata resa nota, procedeva velocissimo, ha tolto la vita al 15 enne.

Il ragazzo, che abitava con i  genitori, è deceduto alcune ore dopo il suo ricovero in ospedale al San Giovanni.

Ora ovviamente la famiglia di Tiziano è devastata dal dolore più grande, quello per la perdita di un figlio, era anche un promettente calciatore del Certosa.

la motocicletta, una Honda ADV, ha finito la sua folle corsa distruggendo anche tre macchine parcheggiate ed il centauro, pur non essendo attualmente in pericolo di vita, è ospedalizzato e versa in gravi condizioni in codice rosso.

Sul posto è intervenuta la polizia locale che ora sta disponendo gli accertamenti del caso riguardo alla vicenda e tutti e due i mezzi sono attualmente posti sotto sequestro e si attende l’esito degli esami autoptici sulla salma del minorenne.

Si stringe accanto a loro tutta la comunità dell’Alessandrino che ha inondato di messaggi di sostegno la famiglia.

“Questa domenica sera – spiega uno dei post pubblicati sui gruppi Facebook “Sei dell’Alessandrino Se…”all’incrocio tra Vle Alessandrino e Via Molfetta un motociclista ha violentemente, ad alta velocità investito un ragazzino non ce l’ha fatta. Oggi Uno spicchio di Futuro bruciato. Una famiglia distrutta”.

“Il gruppo “sei dell’Alessandrino” si stringe al dolore che ha colpito la famiglia del giovane – si legge in un altro post pubblicato su facebook – che ci ha lasciato a 16 anni a causa del grave incidente che si é verificato domenica sera. Mi auguro che il calore di questo gruppo possa servire anche se minimamente a dare un po’ di conforto alla sua famiglia. Poteva essere il figlio di ognuno di noi, attiviamoci in modo che non possano accadere più queste tragedie. Buon viaggio anima bella”.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Roma, cede il grande cuore di Stefano Siviero: donati gli organi del centauro