Anche il Comune di Roma tra i finanziatori degli Europei di Atletica leggera 2024

L'assessore Onorato: "Organizzare a Roma i Campionati europei di Atletica leggera sarà una straordinaria opportunità per rilanciare l'immagine sportiva"

atletica leggera
Stadio olimpico privo di tifosi

Anche il Comune di Roma sarà tra i finanziatori degli Europei di Atletica Leggera che si terranno nella capitale nel 2024, dopo le Olimpiadi di Parigi.

Approvata l’adesione di Roma Capitale alla “Fondazione EuroRoma 2024”, che gestirà l’organizzazione dei Campionati Europei 2024 di Atletica Leggera a Roma, di cui fanno già parte anche il Dipartimento dello Sport della Presidenza del Consiglio, Sport&Salute Spa, Coni, Fidal (Federazione Italiana Di Atletica Leggera).

“Organizzare a Roma i Campionati europei di Atletica leggera  sarà una straordinaria opportunità per rilanciare l’immagine sportiva, turistica e promozionale della nostra città – ha commentato l’Assessore ai Grandi Eventi, Turismo e Sport, Alessandro Onorato – Sono i grandi eventi come questo che possono garantire lavoro e crescita nei settori del turismo e della ricettività, tra i più pesantemente penalizzati in questo momento storico. Senza considerare che con l’esempio della nazionale di atletica che è tra le più forti e competitive che l’Italia abbia mai avuto, avremo anche una importante occasione per avvicinare i giovani alla pratica sportiva di base”.

Europei di atletica leggera a Roma: il precedente

La Capitale tornerà quindi a ospitare la massima rassegna continentale di atletica leggera a cinquant’anni dall’edizione del 1974 e sarà la terza volta per l’Italia, a novant’anni dall’evento inaugurale di Torino 1934. La candidatura di Roma ha prevalso su quella della polacca Katowice, l’altra città in corsa per la rassegna.

Dopo cinquant’anni, dunque, Roma sarà di nuovo al centro dell’atletica europea, nell’edizione che si terrà dopo i Giochi di Parigi 2024: l’Olimpico accolse per la prima volta l’evento nel 1974 in una rassegna che fu illuminata dalla volata d’oro nei 200 metri dell’indimenticabile Pietro Mennea, in grado di conquistare anche le medaglie d’argento nei 100 e nella 4×100 con gli altri frazionisti Vincenzo Guerini, Norberto Oliosi e Luigi Benedetti.

Un’edizione che viene ricordata anche per il primo podio tra Europei, Mondiali e Olimpiadi per Sara Simeoni, bronzo nel salto in alto, e per un altro bronzo, quello di Giuseppe Cindolo nei 10.000 metri.

Lo Stadio Olimpico sarà il cuore degli Europei, che però abbracceranno anche alcuni degli angoli più suggestivi della città e il loro fascino eterno: per la marcia è stato scelto il viale delle Terme di Caracalla e per la mezza maratona il percorso della Half Marathon Via Pacis con partenza e arrivo in via della Conciliazione, all’ombra della Basilica di San Pietro. Infine il getto del peso avrà come scenario d’eccezione il Colosseo e l’Arco di Costantino.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.