Roma, videosorveglianza in dieci scuole contro i furti. Litorale escluso

I lavori aumenteranno la sicurezza all'interno di alcuni istituti della Capitale per un importo di quasi 900 mila euro, ma stona la decisione della Giunta capitolina di non aver coinvolto nell'iniziativa neppure un plesso all'interno del litorale laziale

telecamere lungomare ostia

Scuole di Roma più sicure grazie all’installazione di impianti di videosorveglianza in dieci istituti della Capitale, ma stride che, nella delibera della Giunta capitolina siano stati esclusi completamente gli istituti del litorale laziale.

I lavori aumenteranno la sicurezza all’interno di alcuni istituti della Capitale per un importo di quasi 900 mila euro, ma stona la decisione della Giunta capitolina di non aver coinvolto nell’iniziativa neppure un plesso all’interno del litorale laziale

Nessuna scuola di quest’area è stata infatti inserita nel provvedimento approvato, che riguarda il progetto esecutivo per la realizzazione di nuovi impianti di telecamere a circuito chiuso per alcune scuole del territorio comunale, collegandole direttamente alla Sala Ricezione Allarmi del Dipartimento capitolino Simu, per un importo complessivo di quasi 900mila euro.

Sono 10 i plessi interessati: i nidi “I Coccetti” e “Grillo Jo” in via Zabaglia, 27 (I Municipio) e in via Narducci (II), la Scuola d’Infanzia “Vittorio Veneto” in via Pomona, 9 (IV Municipio). Sempre nel IV Municipio l’IC “G.B. Valente” nell’omonima via e l’IC “Giovanni Palombini” in via Palombini-via Ciamician. Coinvolta anche la Scuola dell’Infanzia “Carlo Pisacane” in via dell’Acqua Bullicante, 30 (V Municipio), la Scuola Media “Antonio De Curtis” in via Tenuta di Torrenova, 130 (VI) e due strutture nel VII Municipio: Scuola Primaria “Armando Diaz” in via Acireale, 2 e l’IC di via Ceneda in via Mondovì, 16. Infine, l’IC in Largo Dino Buzzati, nel IX Municipio.

In proposito così si è espressa Ornella Segnalini, l’assessora ai Lavori Pubblici e alle Infrastrutture :“ Si tratta di lavori che vanno a incidere direttamente sulla qualità della vita dei cittadini perché riguardano le attività di ogni giorno, la sicurezza di noi stessi e dei nostri figli a partire dal vivere e frequentare le scuole cittadine”.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Ostia, cassonetti incendiati: che fine ha fatto la videosorveglianza?