Roma, installati i tutor all’interno della Galleria Giovanni XXIII

Otto i tutor previsti, con i lavori che hanno riguardato la parte sud della galleria

Importante novità per la viabilità del quadrante nordoccidentale di Roma, con i tutor che fanno la loro comparsa all’interno della Galleria Giovanni XXIII. Intervento fondamentale, quello attuato all’interno della galleria urbana che passa sotto la collina di Monte Mario e collega la Tangenziale Est all’altezza dello stadio Olimpico, fino a via della Pineta Sacchetti all’altezza del policlinico Gemelli.

Otto i tutor previsti, con i lavori che hanno riguardato la parte sud della galleria

 I lavori hanno interessato la parte sud della galleria, quelle che va in direzione Pineta Sacchetti – Foro Italico. Il tunnel di Roma Nord potrà quindi fregiarsi di un piccolo primato: sarà la prima galleria urbana italiana dotata di un sistema di rilevazione della velocità media dei veicoli in transito.

Percorsa da migliaia di veicoli durante l’arco della giornata, la Galleria Giovanni XXIII è arteria nevralgica per la viabilità del quadrante: tre chilometri in tutto, con l’estremità orientale collegata alla Tangenziale Est, utile a mettere in connessione diretta le zone di Foro Italico, Ponte Milvio, Corso Francia con Cortina D’Ampezzo, Trionfale, Monte Mario e Pineta Sacchetti. Saranno dunque otto i tutor previsti: 4 per ciascuna delle due carreggiate, ossia “canna nord” e “canna sud”. Velocità massima consentita, 70 km/h.

Trova dunque concretizzazione l’iniziativa dell’amministrazione grillina e a rivendicarne oggi il merito è l’ex presidente della commissione lavori pubblici, Alessandra Agnello che è raggiante: “Nella scorsa consiliatura, come Presidente della Commissione Capitolina Lavori Pubblici insieme a Michele Menna  – già Assessore LL.PP. Municipio XIV – Stefano Simonelli  – già presidente del Municipio XV – Paola Loglisci  -già Assessora LL.PP. Municipio XV – abbiamo portato avanti questo progetto contro tutto e contro tutti, grazie anche ai Tecnici del Dipartimento SIMU, ai tecnici di Roma Servizi per la Mobilità, alla Polizia Locale ed al supporto della Assessora capitolina alle Infrastrutture Linda Meleo”.

La Agnello non è stata ricandidata nella lista del M5s ma è soddisfatta dell’opera svolta, spiegando come si sia proceduto in modo incessante: “Tante riunioni tenute su questo argomento senza mai abbandonarlo, tante Commissioni Capitoline dedicate e finalizzate a questo scopo, costruttive e non solo bla bla bla e di passerella con i cittadini di turno”.

Sarà dunque una novità importante per la capitale, una vera e propria innovazione che rafforza la sicurezza stradale di Roma: “Abbiamo osato dove nessuno lo aveva fatto prima ed abbiamo anche stabilito un primato: l’adozione di un tale sistema di rilevazione della velocità media avviene per la prima volta in una galleria cittadina italiana di tali dimensioni. Infatti la Galleria Giovanni XXIII – ha sottolineato Agnello in un post – è una delle più lunghe gallerie urbane d’Europa”.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link  digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Autovelox mobile, gli appostamenti dall’8 al 14 novembre a Roma e nel Lazio