Ostia: lavoro in nero e carenze igieniche in un chiosco ristorante. Sequestrati tre chili di alimenti

Ostia: lavoratori in nero e alimenti non tracciati in un chiosco ristorante. Multe salate e sospensione dell'attività

spari carabinieri ostia
Carabinieri Ostia

Ostia: i Carabinieri di Ostia, in collaborazione con i militari dei Nuclei Ispettorato del Lavoro e Antisofisticazione Sanità di Roma, hanno sanzionato nelle ultime ore il gestore di un chiosco ristorante all’interno del quale sono stati trovati a lavorare in uno stato di carente igiene tre lavoratori in nero. Posti sotto sequestro tre chili di alimenti, privi di tracciabilità.

Ostia: lavoratori in nero e alimenti non tracciati in un chiosco ristorante. Multe salate e sospensione dell’attività

Nel corso delle molteplici verifiche svolte nelle ultime ore negli esercizi commerciali del litorale, i Carabinieri hanno sanzionato il gestore di un chiosco ristorante, all’interno del quale sono state accertate carenze igienico – sanitarie.

Il titolare dell’attività, è stato anche sanzionato per la mancata attuazione della normativa di autocontrollo e l’assenza della tracciabilità degli alimenti, di cui è stato disposto il sequestro. All’interno delle cucine in oltre 3 kg di generi alimentari mancavano le regolari certificazioni di provenienza a tutela della salute dei clienti.

Nello stesso contesto lavorativo, sono stati anche individuati tre lavoratori, che a seguito delle verifiche dei militari di ostia, che operavano in servizio con i Nuclei Ispettorato del Lavoro e Antisofisticazione Sanità di Roma, sono stati trovati senza un regolare contratto di lavoro.

Oltre al sequestro di oltre 3 kg di generi alimentari, al gestore del chiosco sono state elevate sanzioni per complessivi 17.500 euro ed è stata disposta la sospensione dell’attività imprenditoriale.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.