Fiumicino: sequestrati all’aeroporto 126mila camici ad uso medico senza il marchio CE

Contestata la violazione delle norme che regolano la sicurezza dei dispositivi medici.

Medici

L’ingente sequestro è stato effettuato dai funzionari dell’ufficio delle dogane in servizio presso l’aeroporto di Fiumicino.

La spedizione dei camici non conformi proveniva dalla Cina

L’operazione è avvenuta nell’ambito delle attività di controllo delle merci destinate all’uso medico e sanitario.

Gli agenti hanno intercettato e in un secondo momento sequestrato una spedizione, giunto all’aeroporto di Fiumicino all’interno di un container, di 126.560 di camici ad uso medico non sterile di classe I provenienti dalla Cina.

Il carico destinato ai servizi ospedalieri nazionali si è subito rivelato, ad un primo controllo dei documenti, privo della necessaria dichiarazione di conformità.

Il controllo successivo ha evidenziato per l’intera partita di merce l’assenza della marcatura obbligatoria CE.

Alla società importatrice è stata contestata la violazione delle norme che regolano la sicurezza dei dispositivi medici.

Un quintale di droga sequestrato tra l’aeroporto di Fiumicino e altri scali europei (VIDEO)

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.