Autista Atac eroe per una notte: con il bus porta ragazzo ferito al pronto soccorso

Ragazzo ferito sale a bordo di un autobus e l’autista lo porta al pronto soccorso con il mezzo Atac.

bus atac

Ragazzo ferito sale a bordo di un autobus e l’autista lo porta al pronto soccorso con il mezzo Atac. E’ successo nel quartiere di Torre Spaccata, a Roma. La notizia viene proprio dalla pagina Facebook dell’azienda capitolina.

Torre Spaccata: ragazzo ferito sale sul bus e l’autista lo porta al pronto soccorso

Con un post su Facebook Atac ha voluto ringraziare il generoso e coraggioso autista, che nella notte del 13 febbraio scorso ha gestito con grande responsabilità una situazione molto difficile.

La vicenda

Era quasi l’una di notte quando, alla fermata Torre Spaccata della linea n11, è salita a bordo una coppia di giovani. Il ragazzo perdeva sangue a causa di una ferita da taglierino infertagli da un malintenzionato, che aveva tentato di scippare il telefonino della compagna.

L.R. – queste le iniziali del coraggioso autista – è riuscito a chiudere le porte del bus prima che l’aggressore salisse, mettendo così in sicurezza le vittime e ripartendo rapidamente.

Dalla cabina guida, che non lascia mai, ha rassicurato i passeggeri a bordo: la coppia più altri due viaggiatori già presenti, e si è diretto al vicino Policlinico Casilino. Nel frattempo ha allertato il 112 e la Centrale Operativa Atac.

A quel punto è entrato direttamente con il bus al parcheggio del Pronto Soccorso per consentire l’intervento immediato dei sanitari. Alle forze dell’ordine poi L.R. ha rilasciato la sua deposizione, raccontando i minuti di tensione vissuti da involontario protagonista.

La notizia ha già fatto in poche ore il giro del web. Sotto al post di Atac gli utenti hanno scatenato una pioggia di commenti tra gratitudine e complimenti per l’ottimo lavoro svolto dall’autista, ma non solo…

Grazie, è bello sapere che i nostri giovani per strada, in caso di bisogno, hanno qualcuno che li soccorre“. – scrive Diletta.

Non si tratterebbe del primo episodio segnalato nella Capitale. Come racconta Alfonsina, anche a lei è capitato di sentirsi male e di venire soccorsa da un autista Atac in servizio.

Complimenti per il grande cuore. Voglio testimoniare che anche io sono stata male e un autista del 714 mi ha aiutata. Non lo dimenticherò mai“.

Non sono mancati anche alcuni commenti dal tono polemico:

Stavolta è andata bene – commenta Marco – grazie alla prontezza di quell’autista: ma dovete dispiegare il personale della Protezione Aziendale a supporto dei vostri colleghi e degli utenti delle linee notturne. La Sasa di Bolzano lo fa regolarmente il sabato sera quando l’esercizio della linea notturna può diventare difficile per via di passeggeri alticci addirittura, con una auto di servizio di scorta fissa. A Roma servirebbe tutti i giorni“.

Leggendo tra i vari commenti, è comunque opinione comune la necessità di tutelare gli autisti specialmente negli orari notturni.

Complimenti al conducente! Richiedo più sicurezza sia per i passeggeri che per gli autisti. Soprattutto nei turni notturni dove l’autista si trova solo con 2 o 3 passeggeri“. – scrive a questo proposito Liliana.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte

Ecco dove saranno gli hub per le vaccinazioni di Roma