Auto a noleggio per fare furti a Fiumicino e all’Eur

La tecnica utilizzata era sempre la stessa: noleggiavano auto e distraevano le anziane vittime per appropriarsi di borse e oggetti di valore.

polizia

Distraevano le ignare vittime per appropriarsi delle loro borse. Sgominata banda di ladri truffatori che operava principalmente a Fiumicino e all’EUR. La Polizia ha individuato ed arrestato un peruviano di 33 anni. Si ricercano i complici.

Noleggiavano auto per commettere furti agli anziani: sgominata banda di ladri truffatori

L’indagine nasce da una serie di furti segnalati nella Capitale nelle zone di Ponte Milvio, EUR e Fiumicino. La tecnica utilizzata era sempre la stessa: noleggiavano auto e distraevano le anziane vittime per appropriarsi di borse e oggetti di valore.

L’indagine

Gli agenti della Polizia di Stato del XV Distretto Ponte Milvio, durante l’attività di indagine, hanno scoperto che le persone coinvolte nella truffa erano tre e utilizzavano nominativi probabilmente falsi.

Gli ulteriori accertamenti hanno consentito di stabilire che uno dei malviventi era un cittadino peruviano di 33 anni. L’uomo aveva noleggiato 3 diverse autovetture tra cui una Fiat 500, da altrettante agenzie e con queste aveva messo a segno numerosi furti in tutta la Capitale.

L’arresto del 33enne peruviano

Gli investigatori si sono appostati ieri in una delle agenzie di noleggio dove l’uomo sarebbe dovuto tornare per la restituzione di un’auto.

Nel frattempo sempre nella giornata di ieri sono stati commessi altri due furti da parte di 3 uomini a bordo della Fiat 500, la cui targa è risultata appartenere proprio ad una delle vetture noleggiate.

Il primo furto è avvenuto verso le 9.00 quando i malviventi sono riusciti a derubare una anziana donna appropriandosi della sua borsa con dentro denaro, documenti e 2 smartphone. Poco più tardi, intorno alle 10.30, il secondo. In questo caso però il tentativo non è riuscito. La vittima importunata nel parcheggio di un supermercato è riuscita a “salvarsi”.

A quel punto il truffatore è tornato in agenzia per disfarsi in anticipo del veicolo. Ad attenderlo ha trovato gli investigatori del commissariato di Fiumicino che, in collaborazione dei colleghi di Ponte Milvio, lo hanno bloccato.

L’uomo era privo di documenti e ha fornito un falso domicilio. Il tentativo di depistaggio però non è andato a buon fine. I poliziotti, infatti, sono riusciti comunque ad individuare la sua abitazione all’interno di un B&B di Ostia. Durante la perquisizione della stanza, gli agenti hanno rinvenuto vari documenti tra cui un passaporto falso, 1350 euro, una carta di credito e un telefono cellulare.

Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro, mentre il peruviano è stato arrestato e dovrà rispondere di possesso di documento falso oltre che di furto aggravato, ricettazione e appropriazione indebita in danno di anziani.

Intanto proseguono le indagini per individuare i suoi complici, ma gli investigatori sono sulle loro tracce e a breve dovrebbero chiudere il cerchio, consegnandoli alla giustizia.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte

Arrestato spacciatore di Ostia mentre andava “a lavorare”