Aeroporto di Fiumicino osservato speciale per l’esodo da Dpcm Natale

Dopo la pubblicazione del Dpcm Natale, è scattato l'esodo per raggiungere i propri cari durante le feste

Dpcm Natale

Dopo la pubblicazione del Dpcm Natale, è scattato l’esodo per raggiungere i propri cari durante le feste.

Per le partenze e gli arrivi per le festività natalizie la situazione al momento è fluida a Fiumicino che, così come tutti gli altri aeroporti italiani ma anche stazioni e caselli autostradali, è sotto l’occhio vigile delle Forze dell’ordine chiamate, nell’ultimo weekend del mese libero prima del lockdown stabilito dal Dpcm Natale per i giorni prefestivi e festivi delle prossime settimane, in controlli antiassembramenti.

Dpcm Natale: al via il grande esodo

Il grande esodo è già iniziato ed entrerà nel vivo a partire da oggi, perché molti italiani, in attesa di sapere le decisioni del governo riguardo alle restrizioni per i giorni di Natale, Santo Stefano, Capodanno ed Epifania, hanno atteso il Dpcm Natale del premier Giuseppe Conte.

Per chi raggiunge il Leonardo da Vinci in treno, i controlli cominciano già all’arrivo dei passeggeri nel terminal ferroviario vigilato, oltre che da telecamere a circuito chiuso, da poliziotti in servizio di sorveglianza nella hall della stazione.

L’ingresso dei passeggeri ai varchi in aeroporto è consentito ultimato il buon esito della verifica da parte della sicurezza Adr del titolo di viaggio, unitamente al controllo della temperatura corporea che avviene attraverso l’impiego di termoscanner in rispetto delle misure sanitarie anti Covid adottate da Aeroporti di Roma. Gli utenti sono sempre tenuti ad osservare il distanziamento sociale di 1 metro l’uno dall’altro.

Regola, questa, in vigore anche quando ci si trova in fila davanti ai banchi check-in e, successivamente, alle uscite di imbarco.

redazione@canaledieci.it

Ti potrebbe interessare leggere anche: Natale e Capodanno: via libera del governo al Decreto che istituisce la zona rossa