Orrore a Roma: nonno spara in testa al nipote di sette anni

rsa

Tragedia a Roma: un bimbo di 7 anni, che era in visita con il papà a casa del nonno, è stato colpito alla testa da un proiettile sparato proprio dall’anziano parente. Il padre al momento dello sparo si trovava in bagno: sentito il colpo d’arma da fuoco è uscito immediatamente e ha trovato il figlio in una pozza di sangue, e il nonno con la pistola ancora in mano.

Nonno spara in testa al nipote di sette anni. Tragedia a Roma

Drammatica la scena che si è presentata davanti agli occhi dei soccorritori, questa mattina a Roma: un bambino di 7 anni è stato colpito alla testa da un proiettile sparato dal nonno con una pistola Glock calibro 9. Il bimbo era andato a trovare l’anziano parente, in zona Montesacro, insieme al suo papà.

Al momento dello sparo il genitore era in bagno. Il piccolo è stato portato al Policlinico Umberto I, dove è ricoverato in condizioni disperate: in corso un intervento chirurgico.

nonno

Il padre del bimbo, sentito lo sparo, è uscito dal bagno e ha trovato il figlio a terra, ferito alla nuca dal proiettile sparato dall’anziano. Sul posto la polizia che indaga sulla vicenda.

Il nonno, di 76 anni, ha ammesso di aver sparato, ma ha ripetuto più volte che il colpo sarebbe partito accidentalmente mentre puliva la pistola, regolarmente detenuta insieme ad altre armi.

L’anziano è stato portato in stato di shock presso il Commissariato di Fidene, dove i poliziotti lo stanno interrogando. Sono in corso i rilievi della polizia scientifica nell’abitazione.

Leggi anche: Castelli Romani, migranti positivi e in quarantena fuggono dal Centro di Accoglienza

Castelli Romani, migranti positivi e in quarantena fuggono dal Centro di Accoglienza